Come riconoscere l’allergia al gatto, i sintomi e cosa fare a riguardo?

Alcuni di noi sono destinati ad essere allergici ai gatti, ma va bene, siamo umani. Ecco come capire se hai un’allergia ai gatti

alergia al gatto

Una coccola che potrebbe rivelarsi piacevole (magari con qualche graffietto) per qualcuno, ad altri potrebbe causare tosse, prurito, occhi lacrimanti e starnuti. Ma è normale, siamo umani e vulnerabili ad allergie di ogni tipo. E alcuni di noi, purtroppo, sono allergici al pelo del gatto.

Ah, non sarebbe fantastico se ti rendessi conto che quel prurito fastidioso e gli starnuti fossero causati da altro? Ad esempio, dalla febbre da fieno? (Non preoccuparti, abbiamo rimedi naturali anche per questo tipo di allergie!) Magari, non avere fretta di adottare un gattino e impara a riconoscere i sintomi dell’allergia al pelo di gatto, così potrai capire se la tua allergia è causata da questi batuffoli a quattro zampe o da altro. Continua a leggere e scoprirai in caso di allergia da gatto, cosa fare.

Sintomi comuni dell’allergia al gatto

Cos’è l’allergia al pelo del gatto?

Se ti stai chiedendo…ma l’allergia al gatto, come si manifesta? Innanzitutto, non si tratta di un’allergia al pelo del gatto, bensì di un’allergia al gatto stesso, perché irritazione, lacrimazione e naso che cola sono dovuti ad alcune sostanze contenute nella saliva e nelle lacrime del gatto. E dal momento che tutti i felini passano la maggior parte del loro tempo a pettinare il pelo con la lingua, gli allergeni vengono rilasciati sul pelo e sulle superfici con le quali vengono a contatto. Naturalmente, è più facile dire di avere un’allergia ai gatti, piuttosto che entrare nel dettaglio ogni volta… 

Ma quanto spesso pensi di entrare in contatto con la saliva del gatto? Beh, i gatti sono animali estremamente puliti che amano leccare il proprio pelo. La loro forfora, inoltre, resta impigliata nel pelo, ecco perché accarezzarli provoca allergie. Questi allergeni, inoltre, possono posarsi sui mobili, i tappeti e i materassi e tramutarsi addirittura in polveri sottili o essere trasportati dal proprietario in diversi luoghi. Dopo aver visto da cosa è causata la reazione allergica, vediamo un altro aspetto dell’allergia al gatto: i sintomi

Allergia al gatto: come si manifesta 

In caso di allergia al gatto, i sintomi più comuni sono:

  • Tosse/dispnea
  • Occhi arrossati, lacrimanti e pruriginosi
  • Starnuti
  • Naso irritato e che cola
  • Eruzione cutanea sul viso/petto
  • Rossore sulla pelle nel punto in cui il gatto ha morso, leccato o graffiato

Se inizi a tossire o starnutire quando c’è un gatto nelle vicinanze, probabilmente sei entrato in contatto con i suoi allergeni e perciò potresti esserne allergico. Per quanto riguarda l’allergia al gatto e le macchie sulla pelle queste si presentano solo quando c’è un contatto diretto con l’animale, ma puoi comunque apprezzare la sua tenerezza da lontano Vediamo di seguito come è possibile trattare l’allergia al gatto con rimedi medici.

Con occhi che lacrimano e naso che cola, niente è più utile di un pacco di fazzoletti Tempo Pelli Sensibili, da portare sempre con te in borsa o nelle tasche del cappotto. Perfetti per prendersi cura della pelle, anche la più delicata.

Allergia al gatto: rimedi medici

Se i sintomi dell'allergia ai gatti (macchie sulla pelle, lacrimazione e naso che cola) si manifestano chiaramente, prendi un appuntamento con un allergologo che saprà come e quando iniziare una immunoterapia per attenuare i sintomi. In questo caso, una dose di allergeni verrà iniettata nel sangue in maniera graduale per rendere il soggetto immune all’allergia. In alcuni casi e se trattata in maniera corretta, l’allergia al gatto può passare.

In conclusione, in caso di allergia al gatto: cosa fare? Tuttavia, non esiste ancora una cura e vera e propria per l’allergia ai gatti, ma alcune persone hanno visto i loro sintomi diminuire passando più tempo con i loro felini e permettendo al corpo di sviluppare un’immunità.

Ricorda, le persone sono allergiche a diverse cose. Ma forse individuando i sintomi dell’allergia al gatto o ad altro, potresti essere più vicino a trovare una soluzione per avere una qualità della vita migliore e un maggiore benessere. Potrebbe rivelarsi frustrante non poter coccolare quei teneri gattini innocenti, ma ricorda che l’allergia al gatto può passare e che ci sono alcune persone sono anche allergiche ai cani!

Attenzione: i consigli forniti non sostituiscono il parere del medico.


L'articolo è stato utile?Grazie per il tuo feedback!
o